translation missing: it.general.accessibility.skip_to_content
23 NOVEMBRE INIZIA IL NOSTRO BLACK FRIDAY!
23 NOVEMBRE INIZIA IL NOSTRO BLACK FRIDAY

Ghirri, Luigi: Kodachrome

€30,00


Ghirri, Luigi: Kodachrome

"Uno dei libri fotografici più importanti del decennio" - The Financial Times "Un manifesto d'avanguardia per il mezzo della fotografia" - The Independent "Pioneering" - DAZED Nel 1978 Luigi Ghirri ha pubblicato il suo primo libro, un'avanguardia manifesto di garde per il mezzo della fotografia e un punto di riferimento nella sua straordinaria opera. Kodachrome è fuori catalogo da tempo e nel 20 ° anniversario della morte di Ghirri, MACK è orgoglioso di pubblicare la seconda edizione. 'Ghirri combatte per mantenere la nostra capacità di vedere. Le sue opere sono potenti dispositivi per la rieducazione dello sguardo. Alterano la percezione che abbiamo del mondo senza proporre un unico percorso da seguire, anzi ci forniscono gli strumenti di cui abbiamo bisogno per trovare quello che stiamo cercando. '' Francesco Zanot Part album fotografico amatoriale, Ghirri presenta il suo ambiente immagini ritagliate, fotografare fotografie e registrare il paesaggio italiano attraverso le sue pubblicità, cartoline, piante in vaso, muri, finestre e persone. Il suo lavoro è impassibile, riflette uno spirito asciutto ed è un impegno continuo con il soggetto della realtà e del paesaggio come un'istantanea della nostra interazione con il mondo. Questa nuova edizione di Kodachrome è pubblicata come facsimile dell'originale, adottando il design originale, il layout del testo e la sequenza di immagini, ma utilizzando nuovi file di immagine scansionati dalla pellicola originale di Ghirri per trarre vantaggio dalla tecnologia e dai metodi di stampa moderni. Un piccolo libretto è incluso con un saggio di Francesco Zanot, che offre una prospettiva contemporanea sull'impatto storico di Kodachrome, accanto alle traduzioni francesi e tedesche dei testi originali del libro (che sono stati pubblicati in inglese e italiano). 'L'incontro quotidiano con la realtà, le finzioni, i surrogati, gli aspetti ambigui, poetici o alienanti, tutto sembra precludere ogni via d'uscita dal labirinto, le cui pareti sono sempre più illusorie ... al punto che potremmo fonderci con loro ... Il significato che cerco di dare attraverso il mio lavoro è una verifica di come sia ancora possibile desiderare e affrontare un percorso di conoscenza, per poter finalmente distinguere la precisa identità dell'uomo, delle cose, della vita, dall'immagine dell'uomo, delle cose e della vita. "Luigi Ghirri Nato a Scandiano nel 1943, Luigi Ghirri ha trascorso la sua vita lavorativa in Emilia Romagna, dove ha prodotto uno dei corpi di lavoro più aperti e stratificati nella storia della fotografia. È stato pubblicato ed esposto ampiamente sia in Italia che a livello internazionale ed era all'apice della sua carriera al momento della sua morte nel 1992. Il critico e curatore di fotografia Francesco Zanot ha lavorato con alcuni dei più rinomati fotografi europei e internazionali, tra cui Alec Soth e Olivo Barbieri, da oltre 10 anni. Ha partecipato a molteplici conferenze e seminari sulla fotografia in diverse istituzioni come la Columbia University di New York e l'American Academy di Roma. È associate editor di Fantom, rivista quadrimestrale fotografica con sede a Milano e New York.

x