Sottoscrivi la Light Card, realizzi il tuo desiderio di acquistare al giusto prezzo! Non pagherai le spese di trasporto e ottieni centinaia di ore di formazione gratuita.
Sottoscrivi la Light Card, realizzi il tuo desiderio di acquistare al giusto prezzo! Non pagherai le spese di trasporto e ottieni centinaia di ore di formazione gratuita.

Decreazione - Koudelka Josef

Sconto
Prezzo Originale €45,00
Prezzo Corrente €33,99






logo Phocus Magazine
clicca, iscriviti ed entra nella redazione più bella del mondo!
Scopri di più

logo cinesud

De-creazione è un progetto realizzato da Josef Koudelka per il Padiglione della Santa Sede all 55 Esposizione Internazionale d’Arte Biennale di Venezia 2103. Questo libro accompagna la mostra.

 

Decreazione - Koudelka Josef

Paesaggi di formato panoramico, ai quali Josej Koudelka inizia a dedicarsi a partire dalla fine degli anni ’80, mostrano la desolazione e l’abbandono ma anche la potenza simbolica e la capacità di innescare un disorientamento percettivo provocato dagli scarti dimensionali, generando immagini di grande potenza evocatrice. É nell’ambito di queste esperienze che prende forma De-creazione, una sequenza di diciotto fotografie di cui nove in grande formato orizzontale e tre trittici verticali. La sequenza, pensata appositamente da Koudelka per la mostra alla Biennale di Venezia, presenta una serie di immagini tra celebri e meno note, classici della sua visione e veri inediti, e interpreta il potere di trasformazione dell’uomo sull’ambiente da un lato e la distruzione insita nella natura stessa, e nel tempo, dall’altro. Realizzate con una fotocamera panoramica, a volte accostate a formare trittici, le immagini testimoniano lo straordinario istinto compositivo di Josef Koudelka. Ad interagire e dialogare tra loro, quasi rispondendosi di immagine in immagine, sono tre grandi temi legati all’idea di distruzione: l’intervento del tempo sulla storia umana e sull’ambiente e contemporaneamente l’abbandono da parte dell’uomo; gli scenari di guerra, dove è posto in evidenza il silenzio di ciò che resta dopo i conflitti;  infine i due poli antitetici di natura e mondo industriale, impegnati da lungo tempo in un altro tipo di conflitto non meno doloroso e nocivo.
Le fotografie scelte per De-creazione coprono un arco cronologico che va dal 1986 al 2012 e una vasta estensione geografica che include l’Europa e il vicino Oriente, dalla Francia alla Giordania, dalla Libia alla Slovacchia, dalla Germania alla Grecia.